EnfeaNews

 Il portale informativo della Piccola e Media Impresa

Enfea Salute: il fondo sanitario integrativo per le PMI

Categoria: Welfare
Mag 31, 2022
Redazione
Enfea Salute_il fondo sanitario integrativo per le PMI

Nell’articolo dedicato al welfare contrattuale abbiamo sottolineato il ruolo e l’importanza, sempre crescente, di alcuni benefit riconosciuti ai lavoratori, come la formazione professionale, la pensione complementare e, non ultima, l’assistenza sanitaria integrativa

Cosa s’intende per sanità integrativa? Semplificando, si tratta di una serie di prestazioni socio-sanitarie che integrano o sostituiscono i servizi garantiti dal Servizio Sanitario Nazionale del nostro Paese

Nel caso delle imprese che applicano i CCNL UNIGEC/UNIMATICA, UNIONCHIMICA, UNIONTESSILE e UNIONALIMENTARI, sottoscritti dalle Categorie Confapi e dalle Federazioni di CGIL, CISL e UIL, il fondo sanitario integrativo di riferimento è Enfea Salute

Vediamo insieme cos’è un fondo di assistenza sanitaria integrativa, quali prestazioni offre e come opera il fondo Enfea Salute

Cos’è un fondo di assistenza sanitaria integrativa

Un fondo di assistenza sanitaria integrativa è uno strumento di welfare che ha come obiettivo garantire ai cittadini, e ai lavoratori, una copertura sanitaria capace, come suggerisce il nome stesso, di integrare e ampliare quanto offerto dal SSN.

In pratica, aderendo a un fondo integrativo – come Enfea Salute, ad esempio – è possibile sottoporsi a visite di controllo, esami clinici e diagnostici, interventi chirurgici, prestazioni odontoiatriche, sedute fisioterapiche, godendo di una copertura totale o parziale dei costi da sostenere

In base a quanto previsto dal piano sanitario del fondo al quale si è iscritti, sarà possibile rivolgersi sia a strutture pubbliche sia a strutture private convenzionate, con il vantaggio ulteriore di accorciare le liste di attesa della sanità pubblica del nostro Paese

Cosa fa un fondo sanitario integrativo

Qual è la funzione di un fondo di assistenza sanitaria integrativa? Come accennato, il suo compito principale consiste nell’offrire prestazioni socio-sanitarie agli iscritti, con l’obiettivo di: 

  • promuovere la prevenzione;
  • ridurre le liste d’attesa;
  • contenere la spesa sanitaria a carico delle famiglie;
  • flessibilizzare e massimizzare l’uso delle strutture sanitarie;
  • migliorare la qualità della vita delle persone;
  • ridurre il costo sociale delle malattie croniche.

Nello specifico, un fondo sanitario integrativo può prevedere l’erogazione di prestazioni:

  • integrative o aggiuntive rispetto a quelle comprese nei LEA, Livelli Essenziali di assistenza, ovvero le prestazioni garantite dal SSN);
  • integrative e complementari rispetto ai LEA;
  • sostitutive o duplicative rispetto ai LEA.

Ogni fondo offre un ventaglio di prestazioni più o meno ampio, tutte indicate in un apposito documento, denominato Piano Sanitario

Le tipologie di fondi sanitari integrativi

Nel nostro Paese sono riconosciute e operanti tre 3 tipologie di fondi sanitari integrativi:

  • Fondi Sanitari Negoziali, o Contrattuali: aperti solo ai lavoratori assunti da uno specifico CCNL o accordo collettivo. Come accennato prima, per i settori di riferimento del nostro Ente Bilaterale, il fondo negoziale è Enfea Salute, il Fondo sanitario integrativo per le PMI;
  • Fondi Sanitari Aperti, o polizze collettive, ai quali è possibile accedere liberamente, sia in forma individuale che collettiva. In genere questi enti fanno capo a istituti assicurativi e bancari;
  • Casse e Società di Mutuo Soccorso.

Ognuna di queste tipologie può operare in autonomia, gestendo quindi sia la parte burocratico-amministrativa sia quella sanitaria, oppure in collaborazione con un partner assicurativo. Ad esempio, il Fondo Enfea Salute si appoggia a UniSalute per le prestazioni socio-sanitarie

Cos’è il Fondo sanitario integrativo Enfea Salute

Abbiamo menzionato in diverse occasioni Enfea Salute, il Fondo sanitario integrativo istituito da Confapi e CGIL, CISL e UIL per i lavoratori delle PMI

Si tratta di un fondo negoziale, quindi aperto solo ai lavoratori di imprese che applicano determinati Contratti Collettivi Nazionali, nello specifico: 

  • UNIGEC/UNIMATICA; 
  • UNIONCHIMICA;
  • UNIONTESSILE;
  • UNIONALIMENTARI. 

Costituito a seguito dell’accordo interconfederale del 28 dicembre 2012, Enfea Salute ha natura giuridica di associazione non riconosciuta e non persegue fini di lucro, operando esclusivamente ai fini assistenziali. 

Il Fondo Enfea Salute è uno strumento di welfare contrattuale che nasce con lo scopo di garantire ai lavoratori una protezione socio-sanitaria integrativa rispetto a quella fornita dal Servizio Sanitario Nazionale.

L’Ente, infatti, ha come unico scopo quello di erogare prestazioni integrative di assistenza sanitaria, socio sanitaria e di prevenzione.

Le prestazioni offerte dal fondo sono destinate ai lavoratori dipendenti delle imprese che applicano i CCNL summenzionati, assunti con i seguenti contratti:

  • contratto a tempo indeterminato, comprensivi anche dei lavoratori in part-time o a domicilio;
  • contratto a tempo determinato di durata non inferiore ai 6 mesi a decorrere dalla data di assunzione;
  • contratto di apprendistato.

Per specifiche prestazioni è prevista anche la copertura per i figli dei lavoratori dipendenti, nelle fasce 0-12 mesi e 0-36 mesi.

Adesione e contribuzione al Fondo Enfea Salute

Abbiamo indicato quali sono i CCNL per i quali è prevista l’iscrizione al fondo Enfea Salute, ma come avviene l’adesione? 

L’azienda, per permettere ai lavoratori di entrare in copertura e fruire delle prestazioni previste dal Piano Sanitario, deve versare mensilmente, attraverso il modello F24 sezione INPS, i contributi al Fondo Enfea Salute utilizzando, al momento, il codice “ENFE” nel campo causale contributo, e denunciare i dipendenti tramite compilazione e trasmissione del Flusso Uniemens utilizzando sempre il codice “ENFE” nel campo “Cod.Conv”.

Il costo relativo all’iscrizione al Fondo è a carico dell’azienda, senza alcun onere da parte del lavoratore. La contribuzione consiste in un versamento di € 10 al mese

Al 31 marzo 2022 risultavano iscritti al Fondo Enfea Salute 63.284 lavoratori totali

Cosa prevede il Piano Sanitario Enfea Salute

Con l’espressione Piano Sanitario si fa riferimento all’insieme di prestazioni socio-sanitarie previste dal fondo di assistenza sanitaria integrativa

Nel caso del Fondo Enfea Salute, le prestazioni vengono erogate in collaborazione con il partner UniSalute, e sono divise in 8 gruppi

  1. Area Ricovero;
  2. Area Specialistica;
  3. Presidi e Protesi;
  4. Odontoiatria;
  5. Prevenzione;
  6. Assistenza alla non autosufficienza;
  7. Prestazioni socio sanitarie;
  8. Prestazioni assistenza.

Ad ogni gruppo appartengono centinaia di prestazioni socio-sanitarie, dal ricovero in day hospital agli esami ematici più disparati, passando per test diagnostici e interventi chirurgici per determinate patologie. 

Per approfondire, invitiamo a consultare la sezione dedicata sul sito del Fondo o la guida completa al Piano Sanitario.

ENFEA è l’ente bilaterale costituito da CONFAPI e CGIL, CISL e UIL a cui aderiscono le imprese che applicano i CCNL UNIGEC/UNIMATICA, UNIONCHIMICA, UNITAL, CONFAPI ANIEM, UNIONTESSILE e UNIONALIMENTARI.

Scopri le prestazioni che Enfea ha pensato per le imprese e per i lavoratori della PMI!